Profanata la lapide del padre del Sindaco Papasso, lo sdegno di Casa Serena

Cassano allo Ionio, Sabato 18 Febbraio 2017 - 15:36 di Pasquale Cersosimo

fonte: COMUNICATO STAMPA  

Il gesto vergognoso perpetrato da ignoti nel cimitero di Cassano Ionio, i quali la scorsa notte hanno imbrattato la lapide di Gaetano Papasso, compianto padre del nostro Sindaco Gianni Papasso, non è solo un atto di inciviltà e di nessun rispetto per la memoria ed il riposo eterno dei nostri defunti, è un’azione immorale che mostra tutta la sua gravità nell’anonimato con cui esso è stato fatto.

Azione ignobile che ripudiamo ed emarginiamo con fermezza.

Nell’esprimere la nostra ferma condanna al gesto e l’indiscussa solidarietà alla Famiglia Papasso tutta, la nostra attenzione si sofferma sull’immoralità dell’atto criminoso, segno tangibile di un declino culturale e valoriale che interessa solo qualche frangia malata di società.

La comunità intera, onorando il riposo dei nostri defunti, intende oggi lanciare anche un messaggio di ribellione perché non può permettere, all’immoralità di pochi, il vantaggio di rappresentare la nostra terra, da sempre abitata da persone oneste e dignitose.

Invitiamo quindi la città intera e tutte le Istituzioni che la rappresentano a scendere in piazza, con una manifestazione pacifica attraversando le strade principali della nostra Città, per gridare il nostro disprezzo a questi gesti immorali e sottolineare il nostro desiderio ed il nostro cammino verso il progresso.

Al nostro Sindaco, Gianni Papasso, gli ricordiamo la vicinanza nostra e della comunità intera.  

Il Presidente dell’Istituto Casa Serena Santa Maria di Loreto

Rosella Garofalo  

I consiglieri del C.d.A.

Fabio Fasanella

Sara Russo

Giuseppe Santagata

Vittorio Martucci



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 00951000793 Mediagraf
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code